Tutti gli articoli di Giulia Berni

17.Partnership per gli Obiettivi

Ultimo dei 17 Goal è: Partnership per gli Obiettivi che si prefigge come scopo quello di rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile.

In Italia questo Obiettivo è ancora lontano ma tra i Target fissati da Asvis ci sono: Target 17.14 “Migliorare la coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile”; Target 17.10 “Promuovere un sistema commerciale multilaterale universale, basato su regole, aperto, non discriminatorio ed equo nell’ambito dell’Organizzazione mondiale del commercio, anche attraverso la conclusione dei negoziati dell’agenda di Doha per lo sviluppo”.

Asvis inoltre nel Rapporto propone di: stabilire al meglio le azioni di intervento specifiche per alcuni Obiettivi centrali dell’Agenda 2030 per esempio l’accesso all’acqua, la riduzione della povertà alimentare, lo sviluppo dei sistemi sanitari e il sostegno all’empowerment della componente femminile; l’approvazione della “Legge per la promozione e la disciplina del Commercio Equo e Solidale”; vanzare al Consiglio di Sicurezza dell’Onu o al Consiglio per i diritti umani la proposta di avviare un gruppo di lavoro per l’adozione di un Protocollo internazionale vincolante per assicurare il diritto umano all’acqua sancito da una risoluzione dell’Onu mai attuata.

Gli eventi del Festival correlati a questo diciassettesimo Goal sono:

Sabato 26 maggio ore 14:30 presso Palazzo del Governatore “Preparare il terreno per l’Agenda 2030”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/499/preparare-il-terreno-per-lagenda-2030#

Sabato 26 ore 11 presso l’Ospedale Vecchio “2030:What are you doing?” Promuovere le competenze delle nuove generazioni per raggiungere gli SDG’s

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/447/2030what-are-you-doing-promuovere-le-competenze-delle-nuove-generazioni-per-raggiungere-gli-sdgs#.Wv16ZEiFOyY

Sabato 26 ore 17 presso la Biblioteca Paolotti presentazione libro “Che Mondo Sarebbe”, Slow Food Editore, autrice Cinzia Scaffidi

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/483/presentazione-libro-che-mondo-sarebbe-slow-food-editore-autrice-cinzia-scaffidi#.Wv16c0iFOyY

Sabato 26 ore 17 presso Biblioteca dell’Abbazia San Giovanni “Agenda 2030 e Enciclica Laudato Sì, una convergenza da affinare”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/485/agenda-2030-e-enciclica-laudato-si-una-convergenza-da-affinare#.Wv16cUiFOyY

Domenica 27 maggio ore 21 presso l’Auditorium Paganini la Prima nazionale dello spettacolo di Neri Marcoré sull’Agenda 2030

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/505/prima-nazionale-spettacolo-neri-marcore-su-agenda-2030#.Wv16iEiFOyY

Per maggiori informazioni clicca sul seguente link http://asvis.it/goal17

16.Pace, giustizia e istituzioni solide

L’Obiettivo 16 dell’Agenda 2030 si pone come scopo la promozione di società pacifiche e più inclusive per uno sviluppo sostenibile; offrire l’accesso alla giustizia per tutti e creare organismi efficienti, responsabili e inclusivi a tutti i livelli.

Nel nostro Paese assume particolare rilievo il Target 16.3 “Promuovere lo stato di diritto a livello nazionale e internazionale e garantire parità di accesso alla giustizia per tutti”. Questo risulta importante per il riferimento all’eccessiva durata dei processi e alla ipertrofia dei contenziosi pendenti. Per superare questo stato di criticità il Processo civile telematico è stato esteso a nuovi ambiti, incrementandone l’utilizzo e quindi favorendo una riduzione dei costi del sistema.

Dal processo civile telematico all’accesso ai dati pubblici, molti gli interventi recenti per promuovere giustizia e istituzioni solide. Secondo quanto viene riportato sul sito dell’ASvis la partecipazione dei cittadini ai processi decisionali deve essere potenziata.

I Target dell’Obiettivo 16 includono diversi impegni significativi sottoscritti dall’Italia, tra i quali:

Target 16.4 “Entro il 2030, ridurre in modo significativo i flussi finanziari e di armi illeciti, rafforzare il recupero e la restituzione dei beni rubati e combattere tutte le forme di criminalità organizzata”. Target 16.6 “Sviluppare istituzioni efficaci, responsabili e trasparenti a tutti i livelli”.

Target 16.10 “Garantire l’accesso del pubblico alle informazioni e proteggere le libertà fondamentali, in conformità con la legislazione nazionale e con gli accordi internazionali”.

Guarda gli eventi del Festival che si terranno a Parma:

venerdì 25 maggio ore 17:30 presso palazzo San Vitale “L’impact financing per la tutela e la valorizzazione del patrimonio paesaggistico e culturale”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/497/limpact-financing-per-la-tutela-e-la-valorizzazione-del-patrimonio-paesaggistico-e-culturale#.Wvw4BUiFOyZ

Per maggiori informazioni su questo Goal clicca sul seguente link http://asvis.it/goal16/

15.Vita sulla terra

Goal 15: VITA SULLA TERRA

Molti i Target lontani dal raggiungimento del Goal.

Diversi Target di questo Obiettivo hanno come scadenza l’anno 2020, e su questi l’Italia è in forte ritardo.

Un esempio è il Target 15.5 “Adottare misure urgenti e significative per ridurre il degrado degli habitat naturali, arrestare la perdita di biodiversità e, entro il 2020, proteggere e prevenire l’estinzione delle specie minacciate”, anche se, nell’attuale formulazione, non ne garantirebbe il conseguimento.

Tra gli Obiettivi di questo Goal ci si propone di: proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre, gestire sostenibilmente le foreste, contrastare la desertificazione, arrestare e far retrocedere il degrado del terreno, e fermare la perdita di diversità biologica.

Altro esempio è il Target 15.3 “Entro il 2030, combattere la desertificazione, ripristinare i terreni degradati ed il suolo, compresi i terreni colpiti da desertificazione, siccità e inondazioni, e sforzarsi di realizzare un mondo senza degrado del terreno”.

Scopri gli eventi del Festival in cui si parlerà di questo Goal:

Sabato 26 maggio ore 10 presso Cascina Ambolana (Campus) “Campus Garden: progetto di giardino condiviso e food forest al campus parco Area delle Scienze, Università di Parma”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/306/campus-garden-progetto-di-giardino-condiviso-e-food-forest-al-campus-parco-area-delle-scienze-universita-di-parma#

Domenica 27 maggio ore 15:30 presso l’Ospedale Vecchio “La sesta estinzione: presentazione degli studi scientifici sull’estinzione di massa che sta avvenendo nella nostra epoca a causa delle attività umane”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/312/la-sesta-estinzione-presentazione-degli-studi-scientifici-sullestinzione-di-massa-che-sta-avvenendo-nella-nostra-epoca-a-causa-delle-attivita-umane#.WvrQ-miFOyZ

Domenica 27 ore 12 presso l’Ospedale Vecchio “2030:What are you doing?” Honey Factory per riavvicinare metropoli e natura”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/446/2030what-are-you-doing-honey-factory-per-riavvicinare-metropoli-e-natura#.WvrQ4WiFOyZ

Per maggiori informazioni clicca il link seguente http://asvis.it/goal15

14.Flora e fauna acquatica

LA VITA SOTT’ACQUA: il Goal 14

Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile

L’Italia, seppur penisola, è indietro sulla tabella di marcia stabilita dalla Strategia Europea per l’ambiente marino.

È necessario adottare gli obiettivi del Rapporto sul Capitale Naturale e le misure previste dalla Direttiva Ue, poiché se l’Italia avesse rispettato tali obblighi, buona parte dei Target del Goal 14 sarebbero già al prossimo conseguimento.

Il Rapporto Asvis 2017 consiglia, oltre che adottare le misure previste dalla Direttiva europea sulla Strategia marina, di garantire che le risorse umane e materiali siano adeguate all’interessa ambientale, economico e sociale che l’ambiente marino riveste per il nostro Paese.

Infine bisogna ratificare il Protocollo offshore per la protezione del Mediterraneo contro l’inquinamento derivante dall’esplorazione e dallo sfruttamento della piattaforma continentale, dei fondali e del relativo sottosuolo (adottato nel 1994 nell’ambito della Convenzione di Barcellona).

Al Festival parleremo anche di questo:

domenica 27 maggio ore 18 presso l’Ospedale Vecchio “L’invasione della plastica e la tutela del mare: educazione, ricerca e azione diretta”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/462/linvasione-della-plastica-e-la-tutela-del-mare-educazione-ricerca-e-azione-diretta#

Per saperne di più sul Goal 14 clicca il seguente link http://asvis.it/goal14 

13.Cambiamenti climatici

Goal 13: CAMBIAMENTI CLIMATICI.

Nel 2016, le temperature globali hanno raggiunto livelli da record, superando di 1,1°C quelle dell’era preindustriale. L’Italia nel 2017 ha prodotto la proposta di un Piano nazionale per l’adattamento ai cambiamenti climatici (Pnacc), la creazione della nuova Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile (Snss) e l’annuncio della preparazione del Piano Nazionale Clima ed Energia.

Numerosi sono gli sforzi per cercare di contenere i danni ma si deve migliorare sensibilmente e incrementare i piani di azione per cercare di raggiungere i Target per questo Goal proposti da ASviS. Gli sforzi per il raggiungimento del Target 13.b, per esempio, sono molto ridotti: “Promuovere meccanismi per aumentare la capacità di una efficace pianificazione e gestione connesse al cambiamento climatico nei Paesi meno sviluppati e nei piccoli Stati insulari in via di sviluppo concentrandosi, tra l’altro, sulle donne, i giovani e le comunità ed emarginate”.

Secondo l’analisi dell’ASviS, per realizzare l’obiettivo di stabilizzazione dell’aumento della temperatura a 1,5°C è necessaria e non più rimandabile, una riforma fiscale ecologica che includa i canali di finanziamento Emission Trade Scheme (Ets) europeo e Carbon Tax per finanziare le tecnologie low carbon e per promuovere l’occupazione e la competitività.

Non perdetevi gli eventi che trattano di questo argomento:

venerdì 25 maggio ore 18 presso Libreria Feltrinelli presentazione del libro “Catastrofi e cambiamenti climatici, sette riflessioni su pensiero e rappresentazioni del disastro tecno-naturale”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/498/presentazione-del-librocatastrofi-e-cambiamenti-climatici-sette-riflessioni-su-pensiero-e-rappresentazioni-del-disastro-tecno-naturale#

Venerdì 25 ore 21 presso i Portici del Grano spettacolo musicale teatrale “Una calda atmosfera”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/460/spettacolo-musicale-teatrale-una-calda-atmosfera-#

Sabato 26 maggio ore 18:30 presso Palazzo del Governatore “The great derangement: climate change and the unthinkable” con la presenza di Amitav Ghosh

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/500/the-great-derangement-climate-change-and-the-unthinkable-la-grande-cecita-il-cambiamento-climatico-e-limpensabile#

Domenica 27 maggio ore 11 presso Libreria Feltrinelli “Artico: la battaglia per il grande Nord”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/503/artico-la-battaglia-per-il-grande-nord#

Domenica 27 ore 17 presso Libreria Fiaccadori presentazione del libro “Sostenibilità, equità, solidarietà. Un manifesto politico e culturale” di Maurizio Pallante

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/484/presentazione-del-libro-sostenibilita-equita-solidarieta-un-manifesto-politico-e-culturale-di-maurizio-pallante#.WvYr_2iFOyZ

 

12.Consumo e produzioni sostenibili

CONSUMO E PRODUZIONI RESPONSABILI: il Goal 12

Se da un lato è vero che in Italia si stanno iniziando ad affermare modelli di produzione e consumo più responsabili, abbracciando il criterio dell’economia circolare, dall’altro bisogna incentivare e migliorare la sensibilizzazione dei cittadini alla riduzione degli sprechi.

Alcuni Target di questo Goal si prefissano entro il 2030 di: sostenere un uso efficiente e sostenibile delle risorse naturali (12.2); ridurre la produzione dei rifiuti, incentivando riciclaggio e riutilizzo (12.5); incoraggiare le grandi aziende ad adottare pratiche sostenibili (12.6).

Il mondo produttivo sta finalmente comprendendo l’importanza del passaggio all’economia circolare, che riduce i costi di produzione, assicura la sostenibilità dei processi produttivi e favorisce lo sviluppo di nuovi prodotti riciclando prodotti già esistenti.

Per favorire la piena attuazione del modello di economia circolare c’è bisogno di maggior impegno: incentivare l’utilizzo di risorse esistenti (quelle già usate in cicli produttivi precedenti); favorire condizioni di sostenibilità economica per le aziende che decidano di ripensare i prodotti riducendo l’impatto ambientale sin dalla fase del design per gestirne il ciclo di vita; condurre efficaci campagne mediatiche che educhino e inducano i cittadini ad un consumo responsabile.

Gli eventi del Festival in cui parleremo di questo Goal sono:

Venerdì 25 maggio ore 15:30 presso la Fattoria di Vigheffio “Agricoltura responsabile e agricoltura sociale”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/487/agricoltura-responsabile-ed-agricoltura-sociale#

Venerdì 25 ore 17:30 presso la Fattoria di Vigheffio “ Premio Ambasciatore della responsabilità sociale di impresa”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/496/premio-ambasciatore-della-responsabilita-sociale-di-impresa#

Venerdì 25 ore 19 presso i Portici del Grano “E’ possibile la sostenibilità? Come muoversi tra resilienza e vulnerabilità”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/461/e-possibile-la-sostenibilita-come-muoversi-tra-resilienza-e-vulnerabilita#.WvYqamiFOyZ

Venerdì 25 ore 16 presso il Wopa “Un biodistretto per la food valley di Parma”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/223/un-biodistretto-per-la-food-valley-di-parma#

Sabato 26 maggio ore 15 presso Piazzale San Giovanni “Il MAB UNESCO per lo sviluppo sostenibile del territorio del Po Grande”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/448/il-mab-unesco-per-lo-sviluppo-sostenibile-del-territorio-del-po-grande#

Per maggiori informazioni sul Goal 12 cliccare sul seguente link

11.Città e comuni sostenibili

Il Goal11 ha come obiettivo di rendere le città e gli insediamenti urbani sostenibili, inclusivi e sicuri.

Qualche nozione sull’Obiettivo 11 CITTÀ E COMUNI SOSTENIBILI.

In questo obiettivo si intersecano molti traguardi già espressi in altri obiettivi, poiché non si potrebbe raggiungere questo Goal se non ci si focalizzasse sulla riuscita della messa in pratica dell’economia circolare, di fare un uso sostenibile del suolo, di migliorare la qualità dell’aria e un utilizzo corretto dei rifiuti.

Il documento di ASviS e Urban@it “L’Agenda Urbana per lo Sviluppo Sostenibile” racchiude gli obiettivi che le aree urbane devono raggiungere per attuare la Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile e le politiche necessarie.

Il target 11.1 riguarda le politiche abitative e la rigenerazione urbana: in Italia nel 2015 l’11,3% della popolazione soffriva a causa di un grave disagio abitativo nelle aree piu? densamente popolate, collocandosi al terzultimo posto nella classifica europea.

Il target 11.2 riguarda la mobilità urbana: incentivare il trasporto pubblico riducendo il singolo trasporto, migliorando così i mezzi pubblici e la qualità dell’aria.

I dati sulla qualità dell’aria confermano l’eccessiva esposizione degli abitanti delle aree più popolate a concentrazioni eccessive di polveri sottili Pm 2,5 e Pm 10.

Per raggiungere questo Obiettivo Asvis propone: sviluppo delle smart city; rigenerazione urbana fondata su interventi sociali e culturali nelle periferie; politiche di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio; messa in atto di un piano volto all’eliminazione delle auto alimentate da carburanti tradizionali e la riduzione del numero di vittime su strada.

Vi segnaliamo i nostri eventi al Festival in cui verrà affrontato questo Goal:

venerdì 25 maggio ore 10 presso il Wopa “Assemblea della rete per l’agroecologia urbana, città e scuole verdi”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/222/assemblea-della-rete-per-lagroecologia-urbana-citta-e-scuole-verdi#

Sabato 26 maggio ore 11 presso la Pinacoteca Stuard “Architettura e città sostenibili: verso il progetto della Smart City”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/464/architettura-e-citta-sostenibili-verso-il-progetto-della-smart-city#

Sabato 26 maggio ore 21:30 presso l’Ospedale Vecchio “Rifiutopoli. Veleni e antidoti”, performance teatrale su ecomafie e gesti quotidiani

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/442/rifiutopoli-veleni-e-antidoti-performance-teatrale-su-ecomafie-e-gesti-quotidiani-#

Domenica 27 maggio ore 10:30 presso la Pinacoteca Stuard “Progetto Agrivillaggio”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/501/progetto-agrivillaggio#

Domenica 27 maggio ore 10 presso la Picasso food forest “Un parco della sostenibilità per Parma”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/307/la-picasso-food-forest-un-parco-della-sostenibilita-per-parma-inaugurazione-della-seconda-fase-del-progetto#.WvTRcGiFOyZ

10.Ridurre le disuguaglianze

Il decimo Obiettivo tratta di un delicato argomento: RIDURRE LE DISUGUAGLIANZE.

Certamente negli ultimi anni e in particolar modo nell’ultimo periodo possiamo ben constatare che si è ancora in alto mare per tagliare il traguardo di questo Goal.

La lunga recessione e la debole ripresa economica hanno profondamente inciso sul tessuto sociale del Paese.

Tra i target di questo Obiettivo troviamo il 10.1 che recita: “Entro il 2030, raggiungere e sostenere progressivamente la crescita del reddito del 40 per cento più povero della popolazione ad un tasso superiore rispetto alla media nazionale”.

Il 10.2: “Entro il 2030, potenziare e promuovere l’inclusione sociale, economica e politica di tutti, a prescindere da età, sesso, disabilità, razza, etnia, origine, religione, status economico o altro”.

Gli eventi del Festival correlati a questo Goal sono:

Venerdì 25 maggio ore 17:30  e sabato 26 ore 10 presso Piazzale Pablo “Pablo è vivo_Community Hub”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/490/pablo-e-vivo-community-hub#.WvTNKWiFOyY

Venerdì 25 maggio ore 17:30 presso l’Ospedale Vecchio “Strumenti per la rigenerazione urbana e sociale: l’autocostruzione e l’autorecupero”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/479/strumenti-per-la-rigenerazione-urbana-e-sociale-lautocostruzione-e-lautorecupero#.WvTO3WiFOyY

Per avere più informazioni cliccate sul seguente link

http://asvis.it/goal10

9.Imprese, innovazione e infrastrutture

Per rispettare i parametri che ci si è prefissati nel Goal 9, riguardanti IMPRESE, INNOVAZIONE, INFRASTRUTTURE, l’Asvis ha dichiarato che bisogna rafforzare l’innovazione basata sulle tecnologie digitali e ridurre i divari regionali oltre a promuovere una industrializzazione equa, sostenibile e responsabile.

Nel corso dell’anno passato si è fatta largo sempre di più, sia nell’imprenditoria italiana sia nella società, la consapevolezza di dover adottare un piano innovativo che miri all’aumento di produttività tenendo in considerazione la riduzione del consumo di risorse naturali e al progressivo cambiamento della dimensione tecnologica.

Le attuali tendenze al cambiamento sono rivolte a: un’innovazione basata sulle tecnologie digitali, il passaggio all’economia circolare e lo sviluppo di una nuova generazione di infrastrutture adeguate al XXI secolo.

Altre proposte per raggiungere il Goal 9 sono: rafforzare l’Industria 4.0 e l’Agenda Digitale; progettare interventi per accrescere il sistema industriale nel Mezzogiorno; incentivare l’open innovation come modalità R&S delle imprese in modo da favorire la collaborazione tra piccole e medie imprese con università e centri di ricerca generando così una crescita di livello di competenze; infine realizzare opere aeroportuali e ferroviarie moderne che si inseriscano in un armonico rapporto con il territorio.

Gli eventi del Festival in cui parleremo di questo Goal sono i seguenti (clicca sui link per scoprire di cosa si parlerà) :

Venerdì 25 maggio alle 15.30 presso Palazzo del Governatore “Piazze della sostenibilità”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/463/piazze-della-sostenibilita-#.WvHmzYiFOyZ

Venerdì 25 maggio ore 16:30 presso Fattoria di Vigheffio “Impresa sociale, impresa benefit e sostenibilità”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/488/impresa-sociale-impresa-benefit-e-sostenibilita#.WvHmzYiFOyZ

Venerdì 25 maggio ore 17 presso Palazzo Soragna “Made in Italy & sviluppo sostenibile: una sintesi generativa vincente”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/470/made-in-italy-sviluppo-sostenibile-una-sintesi-generativa-vincente#.WvHmzIiFOyZ

Sabato 26 ore 10:30 presso il cinema D’Azeglio proiezione del film “La terza rivoluzione industriale: una sharing economy totalmente nuova” di Jeremy Rifkin

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/489/proiezione-del-film-la-terza-rivoluzione-industriale-una-sharing-economy-totalmente-nuova-di-jeremy-rifkin#.WvHmwYiFOyZ

Domenica 27 maggio ore 16:30 presso l’Ospedale Vecchio “Rendere lo sviluppo sostenibile coerente con la sostenibilità:indici di sviluppo sostenibile ed impronta ecologica a confronto”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/343/rendere-lo-sviluppo-sostenibile-coerente-con-la-sostenibilita-indici-di-sviluppo-sostenibile-ed-impronta-ecologica-a-confronto#.WvMLt4iFOya

Per saperne di più http://asvis.it/goal9 

8.Buona occupazione e crescita economica

L’ottavo Goal si prefigge di incentivare una crescita economica duratura , inclusiva e sostenibile oltre a garantire un lavoro dignitoso per tutti.

Facciamo una breve panoramica sulla condizione lavorativa nel nostro Paese:

nel 2016 il tasso di occupazione si è fermato al 57,2% (incrementato del +0,9%  rispetto all’anno precedente), restando comunque su valori inferiori a quelli pre – crisi,  grazie anche all’andamento positivo dell’occupazione femminile.

In riferimento alle classi di età, si può notare come la ripresa dei livelli occupazionali riguarda in particolare le persone over 50: a causa di una crescita economica limitata, i più penalizzati sono i giovani e nonostante una riduzione, per il terzo anno consecutivo, del numero delle persone inattive, l’Italia mostra un numero di Neet (giovani tra i 15 e i 29 anni che non studiano né lavorano) ancora pari a 2,2 milioni.

Partecipate al Festival per ascoltare e confrontarvi con i relatori che interverranno per parlare di questo Obiettivo:

Venerdì 25 maggio ore 16:30 presso l’Università si parlerà di “Impresa Sociale, Impresa Benefit e Sostenibilità”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/488/impresa-sociale-impresa-benefit-e-sostenibilita#.WvB8KoiFOyY

Sabato 26 maggio alle ore 10 presso l’Università si terrà la conferenza “Buona occupazione & sviluppo sostenibile: quale interazione?”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/469/buona-occupazione-sviluppo-sostenibile-quali-interrelazioni#.WvB4qYiFOyY

Sabato 26 maggio ore 9 proiezione e dibattito del docu-film “F.I.L – Felicità Interna Lorda”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/472/il-lavoro-nellepoca-dei-robot-e-dellintelligenza-artificiale-dibattito-e-proiezione-del-docu-film-fil-felicita-interna-lorda#.WvB4p4iFOyY

Domenica 27 maggio Maurizio Pallante presenterà il suo nuovo libro “Sostenibilità, equità, solidarietà. Un manifesto politico e culturale”

http://festivalsvilupposostenibile.it/2018/cal/484/presentazione-del-libro-sostenibilita-equita-solidarieta-un-manifesto-politico-e-culturale-di-maurizio-pallante#.WvB814iFOyY

Per maggiori informazioni sul Goal8 clicca il seguente link:

http://asvis.it/goal8/